Cenni sulla tecnica dei locomotori elettrici FS E656 "Caimano"

All'entrata in servizio, alla fine del 1975, le E.656 si dimostrarono buoni mezzi, in grado di svolgere egregiamente qualunque compito. Soltanto recentemente, dopo anni di prove e dopo l'introduzione degli smorzatori antiserpeggio (dotazione man mano estesa a tutto il gruppo) è stato per un breve periodo autorizzato di nuovo l'aumento a 160 km/h della velocità massima. Le prime macchine entrarono in servizio tra la fine del 1975 e il 1976 consentendo di sopperire alla mancanza di motrici (causata dalla trasformazione delle E 646 per servizi navetta) e di aumentare il numero delle locomotive assegnate ai servizi passeggeri sulle linee principali, permettendo una razionalizzazione del servizio. Già nel 1975 vennero ordinata una seconda ed una terza serie, dato che la realizzazione a breve scadenza delle locomotive elettroniche non era ipotizzabile, seguite poi da altre tre serie fino a portare il totale di mezzi circolanti a 459 mezzi, un numero di tutto rispetto. Durante gli anni si sono susseguite varie ordinazioni fino ad arrivare alla sesta serie, conclusa nel 1989.

Ogni serie era caratterizzata da differenze più o meno grandi, frutto del costante aggiornamento tecnologico derivante dalle rapide innovazioni diffusesi tra il 1970 e il 1990. Con l'ultima serie e il refit delle vecchie serie venne aggiunto il sistema antiserpeggio al carrello, e il limite di velocità venne riportato a 160 km/h per un breve periodo poi riportato ai 150 km/h delle consorelle delle serie precedenti.

Serie Unità Caratteristiche
Prima serie 001 - 104 Unità dotate di due motoalternatori
Seconda serie 201 - 251 Telaio irrobustito, unico convertitore da 180 kVA 450Vca 60Hz trifase
Terza serie 252 - 307 Telaio irrobustito, con due motoalternatori
Quarta serie 159 - 200 Telaio irrobustito, fanali maggiorati, unico convertitore da 180 kVA, riadattato per l'interoperabilità su linee francesi (1500 V)
Quinta serie 401 - 550 Telaio irrobustito, fanali maggiorati, doppio convertitore ARSA da 120 kVA, sabbiere ridotte, vetri anteriori modificati con cornice in gomma al posto del telaino
Sesta serie 551 - 608 Telaio e cabina irrobustiti, fanali maggiorati, doppio convertitore da 120 kVA, sabbiere ridotte, vetri anteriori modificati con cornice in gomma al posto del telaino, respingenti piani, carrelli con antiserpeggio, asole per sollevamento in cantiere, centralina elettronica Delfina e sistema di telecomando a 78 poli con supporto per doppia trazione

Targhe cabina E655 262
Particolare delle targhe in cabina della E655 262
Tutte le serie hanno 12 motori, con trasmissione ad albero cavo. I motori possono essere inseriti in diverse configurazioni, per regolare la trazione. Per FS esistono solamente 3 serie di E656: la prima comprendente gli E.656.001-104, gli E.656.159-199 e gli E.656.201-307, la seconda gli E.656.401-550 e la E.656.200 e la terza gli E.656.551-608. L'E.656.200 fu trasformata da un singolo convertitore a due ARSA: essa funge da prototipo per gli E.656.401-550. Dal 1998 è cominciato un progetto di riconversione da E.656 a E.656c (c sta per cargo), poi rinominate E.655 secondo la tradizione di avere l'ultima cifra dispari per i mezzi assegnati ai merci. I Caimani trasformati hanno visto limitata la loro velocità alla comunque ragguardevole cifra di 120 km/h con l'accorciamento del rapporto di trasmissione da 28/61 a 23/66. Le E.655 sono macchine talmente prestanti anche dopo la riconversione da essere assegnate come "supplenti" di emergenza anche a treni passeggeri. La Prestazione Massima di tali unità trasforate è stata addirittura maggiorata del 10% rispetto quella delle più potenti ,moderne e soprattutto elettroniche E652. Tuttavia l'avviamento reostatico delle E655 ha provocato non pochi problemi, vista la difficoltà di scaricare la potenza al cerchione per gli avviamenti per i treni pi` pesanti,provocando frequenti e duraturi slittamenti, che hanno portato dapprima a a rivedere il valore di massima prestazione dei locomotori,e poi a modificare la disposizione delle resistenze nella combinazione dei motori "Serie", per migliorare l'assorbimento e la distribuzione della corrente allo spunto di trazione.

Un certo numero di E.656 è stato assegnato alla regione Sicilia, mentre sul continente sono state parzialmente soppiantate dalle E.402A, E.402B e dalle E.444. Nonostante l'assegnazione, le E.656 non possono circolare su tutte le tratte a causa dell'elevato peso per asse che le rende inadatte alle linee più vecchie. Attualmente nessuna delle locomotive E.656 di Trenitalia ha una velocità di targa superiore a 150 Km/h nonostante gli ammortizzatori antiserpeggio. Ciò si può evincere dalla Tabella 27 della Prefazione Generale all'Orario di Servizio (Pubblicazione tecnica normativa di RFI)

Infine, una citazione particolare và fatta per le unità 458 e 468 , assegnate alle OMR di Genova Brignole: infatti queste due macchine sono dotate della centralina Delfina e degli accoppiatori a 78 Poli, come le unità di Sesta Serie,e possono quindi essere telecomandati dalla vettura pilota.

Si ringrazia l'autore degli articoli su www.wikipedia.it - Url Originale: Locomotiva_FS_E.656